Brighton: gita al mare da Londra, cosa vedere e consigli lowcost

Londra segreta: visita alla stazione fantasma della metropolitana Aldwych Tube Station
27 Ottobre 2014
Tour di Londra in Pedibus: socializzare e scoprire la città ad impatto zero!
1 Dicembre 2014
Brighton, a pochissimi chilometri da Londra, raggiungibile con il treno della Thameslink o con collegamenti frequenti da quasi tutte le stazioni di Londra. 
E’ l’idea che voglio proporvi oggi per una gita fuori città, economica e piacevole.
Io amo il mare anche e soprattutto quando è burrascoso ed agitato, quando l’oceano manifesta la sua potenza con le sue onde e gli spruzzi ti solleticano il viso mentre mangi una ciambella calda ripiena di cioccolato. 
Il mare di Brighton non è quello che gli inglesi sognano arrivando in Italia, non è quello che ci fa rilassare durante i mesi estivi, sdraiati su un asciugamano in attesa di un bagno refrigerante; ma mi affascina in un modo incomprensibile, così come tutta la costa inglese. Romantica, con un non so che di magico, giocosa, pittoresca, unica.
Ho visitato Brighton d’estate e d’inverno, è un po’ nel mio cuore per ricordi di primi viaggi estivi in solitaria e ci sono tornata recentemente per rivivere quei luoghi in compagnia di amici e marito. 
Come arrivare:
Noi abbiamo preso un treno da King’s Cross, dopo che avevamo fatto la foto di rito con il carrello di Harry Potter verso il binario 9 e 3/4, e siamo arrivati alla stazione di Brighton, dai soffitti ampi in ferro bianco e blu, con un ottimo ufficio turistico prima dell’uscita sulla sinistra, dove troverete brochure e depliant informativi su qualsiasi cosa avvenga di interessante in città e dintorni. Io adoro riempirmi di queste mini-guide. Non so voi. 😉 
Brighton Station
Consiglio Low Cost: prendete il treno da Victoria Station, costa molto meno (a partire da 8 sterline) ci sono treni molto frequenti ed il tragitto è minore, circa un’ora o poco meno di piacevole viaggio. Potete prenotare i biglietti anche anticipatamente sul sito della National Rail, inserendo partenza, destinazione e date di viaggio. 
Cosa vedere:
La passeggiata inizia dalla discesa verso il mare. Io consiglio di non prendere nessun mezzo, il tragitto è piacevole e breve e lungo di esso incontrerete negozietti curiosi (ed a prezzi più bassi di Londra of course) ed inizierete a respirare il profumo della salsedine. 
Il lungomare:
Sul lungomare c’è di tutto. Negozi di cibo take away, che vendono fish and chips da mangiare direttamente sulla spiaggia, ma che mettono a disposizione anche dei tavolini per mangiare seduti più comodamente. Ma se siete una coppia, vi consiglio di portarvelo sulla spiaggia, è molto più romantico e non c’è sabbia ma solo piccoli sassi levigati che non sporcano affatto.

La giostra con i cavalli gira con un sottofondo musicale che riporta un po’ indietro nel tempo, a me sembra di essere in una favola come quella che vive Mary Poppins volando all’interno del dipinto (non so se avete presente il film) e ci si lascia trasportare con piacere in questa girandola di suoni e colori.

Conchiglie e consigli in vendita sul lungomare 😉

Fish and Chips davanti la giostra
Gabbiani giganti si mettono in posa e non hanno quasi paura di noi. Le sdraio sulla spiaggia, a righine blu e bianche ed i gruppi di gente seduta sui ciottoli. La scena è completa, una perfetta gita fuori porta, per tutta la famiglia, per la coppia di innamorati, per il gruppo di amici.
Gabbiano senza paura sul lungomare di Brighton 😉
Il Brighton Pier:
Camminate lungo il mare, fino al Brighton Pier. Lo vedrete già da lontano, la costruzione bianca con la scritta luminosa è inconfondibile. Lucignolo e Pinocchio non avrebbero potuto desiderare un paese dei balocchi migliore! 

Anche se non avete voglia di giocare, attraversate la sala giochi coloratissima e piena di gente che cerca di vincere mucchi di monetine da 1 cent; assaggiate i churros o il gelato Flake sul molo (ma attenti ai gabbiani, ho assistito ad un “attacco” in diretta di un uccello che ha mangiato di netto il waffel con la nutella ad un’incredula signora, planando in picchiata e fuggendo istantaneamente con un tocco da maestro. Risate contagiose ma la malcapitata è rimasta senza dolce ed ha optato per una doughnut alla crema stavolta)
E per finire, il parco giochi, con montagne russe molto divertenti anche se non grandissime, ma a picco sul mare! E la casa degli orrori, le canoe che scivolano veloci, il toro su cui invano bambini ed adulti cercano di rimanere per più di due secondi.
L’atmosfera è festosa, le giornate, fredde o calde, vengono allietate da zucchero filato e risate di bambini. E si torna a giocare, con la mente e con le mani, si torna un po’ indietro, con spensieratezza.

Il Royal Pavilion:
Se state uscendo dal Pier, camminate dritti e poi dirigetevi sulla sinistra. Ci sono diverse indicazioni, quindi lo troverete facilmente comunque. E’ il Royal Pavilion, la costruzione che non ti aspetti in una cittadina marittima inglese, eppure c’è. E’ la villa di Re Giorgio IV, che per vezzo e capriccio la volle costruita in stile orientale, innamorato di un paese che non aveva mai visto ma solo sognato. 
Ed ecco che gli architetti diedero vita a questo palazzo fastoso, eccentrico, quasi fuori luogo. I suoi giardini sono bellissimi ed aperti gratuitamente al pubblico. Potrete sdraiarvi sul prato verde, esplorarne gli angoli e godervi una sosta tra le loro piante. L’ingresso del Pavilion è invece a pagamento e permette di visitarne gli interni sfarzosi ed orientaleggianti.

Lo shopping:
Se state tornando verso la stazione dal Royal Pavilion, attraverserete la via dello shopping di Brighton: North Street. La strada infatti vi riporterà direttamente in Queen’s Street che conduce alla stazione dei treni. IN north Street troverete molti negozi come Tiger, Poundland, 99p ed altri piì piccoli e caratteristici dove fare gli ultimi acquisti prima di tornare a Londra. 
Una giornata vola in fretta, questa è più o meno quella che abbiamo vissuto noi in questa ultima gita a Brighton. Ci sono però molte altre cose da vedere in questa cittadina, altri quartieri caratteristici o il Sea Life Aquarium, quindi vi consiglio di consultare il sito ufficiale della città di Brighton in italiano e scegliere quello che fa per voi. E non dimenticatevi di usufruire dell’ufficio turistico alla stazione per qualsiasi curiosità abbiate riguardo la vostra visita.
Per consigli prima della partenza invece, come al solito resto a disposizione alla mail che trovate nella pagina dei Contatti del blog. See you!  
Tutte le foto sono di proprietà di londralowcost.net, per diffusione si prega di citarne la fonte, grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *