Breve guida all’acquisto di una casa a Londra. Dove e come scegliere il quartiere migliore? Conviene? Sembrerebbe di si! A cura di Alessandra Narcisi.

Amersham e Chesham, una gita fuori Londra nella campagna inglese, con la metropolitana!
10 Dicembre 2013
Bubbleology, quando la tradizione del thè incontra la chimica…!
17 Dicembre 2013
Londra, la capitale tutta da abitare

Uno dei segnali più forti della lenta ma inarrestabile ripresa economica che sta interessando l’Europa, arriva dal Regno Unito, all’interno del quale il mercato immobiliare sta vivendo una nuova primavera.
L’area più “calda” da questo punto di vista è Londra, la metropoli inglese conosciuta come l’ “ombelico d’Europa”.
Qui la domanda d’immobili supera l’offerta di abitazioni in vendita e gli spazi per nuove costruzioni sono abbastanza limitati.
Questi fattori, uniti alla straordinarietà del luogo dal punto di vista culturale e commerciale, e alla consistente domanda di camere in affitto che ne deriva, hanno donato nuova vita al mercato immobiliare, oggi in costante ascesa.
Acquistare una casa a Londra è considerato ormai un investimento sicuro e redditizio sul lungo periodo, ed è divenuta una forma d’impiego dei propri capitali molto gettonata, soprattutto tra gli acquirenti stranieri.
Complice di questa situazione favorevole per il settore, che coniuga un aumento costante dei prezzi con un incremento altrettanto consistente delle vendite, è la politica fiscale adottata dal governo britannico, che prevede agevolazioni e riduzioni sulle tasse per chi decide di acquistare un immobile.
L’aspetto più straordinario dell’attuale congiuntura del mercato del real estate, è l’accessibilità delle facilitazioni statali anche per gli acquirenti stranieri.



Gli italiani sono i nuovi londinesi?

I numeri evidenziati dai più recenti sondaggi sul mercato britannico parlano chiaro: dal punto di vista immobiliare Londra conviene e i principali acquirenti di case a Londra sono stranieri, soprattutto italiani.
Lentamente (ma non troppo) i nostri connazionali stanno colonizzando la città e c’è da chiedersi se l’intensità di questo fenomeno sia destinata ad aumentare o ad assestarsi sulle cifre già considerevoli degli ultimi 12 mesi.
Gli investitori tra l’altro possono confermare col sorriso sulle labbra la convenienza di quest’investimento: come emerge da un sondaggio di Markit, realizzato in collaborazione con l’agenzia immobiliare Knight Frank, molti dei 1.500 proprietari di appartamenti intervistati hanno percepito un accrescimento del valore delle proprie abitazioni negli ultimi mesi, in deciso aumento rispetto al 9,1% rilevato un anno fa, nel novembre del 2012. 




Dove comprare casa e perché

I quartieri preferiti dagli italiani a Londra sono senza dubbio il quadrilatero di Camden (in particolar modo Camden Town, Chuck’s Farme King’s Cross) e la suggestiva Portobello. Molto richieste anche la sofisticata Kensington e la colorata Hammersmith, ma va segnalato che in questi quartieri i prezzi degli immobili sono letteralmente levitati divenendo proibitivi per molti cittadini.
Se non si hanno grandi budget a disposizione ma si desidera comunque acquistare una casa a Londra, si consiglia di spostarsi tra la “zona 3” e la “zona 4” della città, per intenderci da Shepherd’s Bush in poi.
In quest’area si sta assistendo a una consistente riqualificazione dei quartieri, che sta rendendo molto appetibili le abitazioni dislocate in una periferia ancora abbordabile, non eccessivamente lontana dalla City e dal centro della capitale.
Comprare un appartamento a Londra richiede un investimento nettamente superiore rispetto alla media dei prezzi cui siamo abituati in Italia, ma il respiro fiscale, la redditività dell’immobile sul lungo periodo e la sicurezza che deriva da un’inversione economica di questo genere, stanno spingendo un numero sempre maggiore di italiani a lanciarsi in questa sfida, certi di assicurarsi un roseo futuro.

A cura di Alessandra Narcisi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *