Tre giorni a Londra per vedere il più possibile! SI-PUO’-FARE!!!

Terravision compie 10 anni!! E il regalo di compleanno ce lo fa lui! :)
8 Novembre 2012
Abiti da sposa economici…avete mai pensato di comprarli a Londra??
16 Aprile 2013

Premessa, non si può vedere tutto di Londra in una vita, quindi non aspettatevi di sviscerarla in 3 giorni…ad ogni modo, ho cercato di far vedere a chi non c’era mai stato, il più possibile.

Aeroporto di Stansted innevato….

Questo è il racconto di una visita lampo a Londra, con una persona che non c’era mai stata, e con una bufera di neve che ci ha rallentato una giornata, ma che ci ha permesso comunque di visitare tantissime cose e di lasciare a bocca aperta chi per la prima volta ci ha messo piede.
Se cercate quindi suggerimenti o idee per un breve soggiorno a Londra in cui vedere un pò tutto, sappiate che qui potreste trovare quello che fa al caso vostro e che, ebbene si, Londra in tre giorni, SI PUO’ FARE! 🙂

Volo: offerte Ryanair periodiche vi permetteranno di raggiungere Londra con 25 euro sola andata, a volte anche meno, se volete saperne di più o preferite compagnia di bandiera o altro (anche traghetto) consultate la sezione dedicata a come ARRIVARE A LONDRA.

Trasferimenti aeroporto/centro: abbiamo usufruito del Terravision che con 18 euro a/r ci ha portato da stansted a liverpool station. Se preferite altre soluzioni guardate la sezione TRASFERIMENTI.

Alloggio: abbiamo alloggiato all’At Home Ealing B&B, un bed and breakfast familiare, molto carino e tranquillo in zona Ealing Broadway, capolinea della metro dove prendere poi metro rossa, verde o gialla e raggiungere il centro in pochi minuti. Se preferite una sistemazione più centrale, in zona 1 o 2 controllate la sezione DORMIRE A LONDRA.

Stanza doppia At Home Ealing- interno-

TV, radio, libri, camino (e carta igienica 🙂 Il bagno è privato ma esterno alla stanza. Wi.fi gratuita in camera.

Scrivania

Tè, caffè, latte (in polvere), zucchero e bollitore per acqua. L’acqua del rubinetto è potabile.

At Home Ealing – esterno- 

Denbigh Road , la via del B&B, le casette sono tutte simili.

Trasporti: abbiamo preso una Oyster Card e ci abbiamo caricato su 30 sterline. La carta costa 5 sterline ma è una cauzione, nel senso, se volete tenerla perchè prevedete di tornare a londra o volete cederla a vostro figlio, nipote ecc non vi ridaranno i soldi (io l’ho portata a casa naturalmente), ma se alla fine del soggiorno volete restituirla vi ridaranno i 5 pound. Si compra in tutte le grandi stazioni metro e ferroviarie e potete caricarci sopra quanti soldi volete, il bello è che raggiunta una certa cifra non vi fa più pagare i viaggi e quella cifra è quantizzata nel costo di una travelcard giornaliera, quindi non pagherete mai più di quella. Per utilizzarla basta passarla su dei lettori gialli all’ingresso ed all’uscita della metro o all’ingresso dei bus. Vi apparirà il credito residuo sul display e deciderete se caricare altro o no. Io ero in zona 4 e 30 sterline non le ho spese neanche tutte in 3 giorni di scorazzate.

Siamo arrivati alle 14:00, abbiamo preso il bus che con un’ora ci ha portato in centro, poi abbiamo acquistato la Oyster e siamo partiti con la central line (rossa) verso Ealing. Se scegliete un albergo in centro, come il Monopole a Paddington, potete arrivare prima e ci sono ottime offerte. Noi abbiamo optato per questo anche per testarlo per voi, abbiamo speso 25 euro a notte inclusa colazione e ci è sembrato molto accogliente, i proprietari sono artisti e sono molto gentili e disponibili e l’esperienza è quella di essere in una vera e propria casa inglese e non in albergo. Ci vogliono 12 minuti a piedi per raggiungere la metro, considerate poi che c’era la neve sui marciapiede, ma penso che d’estate sia una passeggiata più che piacevole.

Serata a Piccadilly

Piccadilly Circus

Prince Of Wales Theatre, Leicester Square

M&M’s World!

Usciamo per andare in centro, fermata metro Marble Arch, così da percorrere tutta Oxford Street fino all’incrocio con Regent Street, poi Regent Street fino a Piccadilly Circus. Queste strade sono lastricate di negozi e fermata d’obbligo è stata da Hamley’s dove 7 piani di giochi e giocattoli per bambini ma anche adulti, nonchè caramelle e dolcetti sfiziosi ti tentano continuamente e da Primark, must del lowcost, anche se di sabato sera (chiude alle 22) c’è l’assalto e non vi consiglio di entrarci. Dopo la vista di Piccadilly andiamo verso Leicester Square dove la mia cuginetta (20 anni) rimane rapita dall’enorme megastore M&M. Cioccolata di ogni colore ti avvolge con un profumo intenso e per 4 piani i simpatici confetti colorati ti si presentano sotto ogni forma! (anche umana, puoi infatti farti una foto insieme agli M&M’s viventi :))
Cena da KFC con vista su Leicester Square e ritorno verso casa, un sabato sera davvero bello!

All’interno di Hamley’s la famiglia reale (in mattoncini LEGO, vi saluta!!)

Hamley’s

M&M’s world

M&M’s World

M&M’s World

M&M’s World

Il secondo giorno è quello della bufera. Ma noi siamo pronte a tutto e quindi via a Portobello, fermata Notting Hill Gate, dove però ci sono poche bancarelle perchè naturalmente nevica e fa freddo, ciò nonostante ci vediamo dei bei negozietti ed una via meravigliosa.

Bubble Bar a Portobello…la “chimica” per ottenere bevande perfette…ci andreste?? 🙂

Vecchie targhe in vendita a Portobello…

Rotta verso Camden Town, dove ci rifacciamo gli occhi, lì il mercato è più vivo che mai, a Camden Lock i musicisti suonano anche nella neve ed il cibo etnico ti chiama da tutti gli angoli. Consiglio di mangiare lì, cibo cinese o giapponese se vi piace, c’è anche italiano, messicano, fish &chips, eritreo. Oltre ad essere piacevole per il gusto lo è anche per gli occhi, con tutti quei pentoloni enormi pieni di cibi diversi!

Camden Town

Musicisti nella neve a Camden Lock

Cyberdog e cucina italiana a Camden

Panchina artistica Camden

Riprendiamo la metro ed andiamo verso Trafalgar Square. Vederla innevata è molto suggestivo. Se avete tempo andate alla National Gallery, è gratuita e vale veramente la pena perchè racchiude dei capolavori pittorici inestimabili. Noi proseguiamo a piedi fino al Big Ben e Westminster Abbey, attraversiamo il Westminster Bridge e ci godiamo lo spettacolo del fiume costeggiato da sponde innevate. Bellissimo anche d’estate per passeggiare sotto il London Eye. La bufera si fa troppo forte e siamo costrette a rientrare. La sera ci rifugiamo da Starbuck’s a Ealing, breve giro nel centro commerciale di Ealing e poi un bel Fish&Chips per concludere la giornata!

Trafalgar Square

Curchill & Houses of Parliament

Westminster Abbey

Big Ben

London Eye

Westminster Bridge

Westminster Tube Station

Terzo giorno c’è da scarpinare! Scendiamo a South Kensington, la via dei musei ed entriamo al Museo di storia naturale ed al museo della scienza. Se siete con bambini (ma ripeto, io accompagnavo una ragazza di 20 anni) vi ci perderete e non dovete assolutamente farli perdere ai vostri figli. La sezione dei dinosauri o dei mammiferi, dove vedrete un T-rex completamente ricostruito con tanto di suoni e rumori o una balena a grandezza naturale, ma anche la sezione dedicata alla terra, con una simulazione di terremoto in un supermercato giapponese, vi terranno lì dentro per almeno due ore; nel secondo poi, quello della scienza, la visita potrà essere più breve, ma comunque intensa, tra giochi interattivi, moduli lunari e viaggi alla scoperta di se stessi e del futuro della tecnologia. Entrambi sono gratuiti. E meravigliosi.

Museo Storia Naturale

T-rex

Meraviglioso atrio del museo

Museo della scienza

 Se proseguite a piedi per l’Exhibition Road arriverete all’incrocio con Kensington Road. A sinistra, dopo pochi passi incontrerete l’Albert Memorial e di fronte la bellissima Royal Albert Hall. Merita una foto anche se non siete appassionati di musica, ma è un pezzo di storia londinese.

Royal Albert Hall
Albert Memorial

Tornando indietro invece, verso destra, percorrete Kensington Road fino ad arrivare a Knightsbridge, dove finalmente potrete fare una meritata sosta da Harrod’s il super mega grande magazzino che era della famiglia AlFayed. Vi consiglio di prendere le “scale egizie” all’interno, scoprirete il perchè di questo nome non appena inizierete a scendere la scala mobile e sarete catapultati nell’antico Egitto tra balconi lussureggianti e statue di faraoni. Scendete, scendete fino al piano più basso dove troverete il memorial dedicato a Diana e Dodi, con tanto di foto e diamante incastonato nella piramide. Altro consiglio: attraversate la sezione cibarie e quant’altro. E’ un tripudio di sapori da tutto il mondo, pesce fresco, carne alla brace e confezioni deliziose. Da vedere. E forse è l’unica parte di Harrod’s dove si può comprare qualcosa. Forse direi. Magari un involtino primavera. O un pasticcino.

Harrod’s

Scale Egizie

Memorial Diana e Dodi

 Riprendiamo la metro e ci dirigiamo verso Buckingham Palace, scendiamo ad Hyde Park Corner. Non c’è il cambio della guardia, che in inverno si fa a giorni alterni alle 11:30 di mattina, mentre d’estate tutti i giorni. Potete controllare gli orari QUI. 

Tornando verso la metro deviamo dentro Hyde Park, per vedere la Serpentine, bellissimo laghetto al centro del parco, circondato da tanti cigni, uccelli, anatre, aironi ecc che si avvicinano se gli dai del cibo. Gli scoiattoli nella neve si nascondono sugli alberi, ma con il bel tempo ti vengono vicino senza problemi. Vediamo la Princess Diana Memorial Fountain completamente ghiacciata. Suggestiva.

Princess Diana Memorial fountain ghiacciata…

Breve sosta a Covent Garden, ma vi consiglio di andare di mattina, c’è più vita e più bancarelle aperte anche fuori, ciò nonostante è sempre una bomboniera di mercato, molto bello. Trovate più info SUL POST DEDICATO.
Per concludere questa visita manca ancora un simbolo londinese e cioè il Tower Bridge. Fermata metro Tower Hill, ecco che appare già illuminato per la sera con la torre di Londra che si staglia al suo fianco massiccia con i suoi torrioni. Non c’è tempo per visitarla all’interno ma se volete fatelo, ci sono i gioielli della corona, da vedere mentre si passa su un tapis roulant altrimenti la gente si accalca. Dentro è molto molto bella, un villaggio medievale al centro di Londra. Anche il Tower Bridge è visitabile all’interno, trovate le info QUI.

Tower Of London ingresso
Tower Bridge

Fotografiamo lo skyline londinese di sera, molto suggestivo, poi un panino da Subway e di nuovo verso Oxford Street, per fare gli ultimi acquisti! E’ lunedì e Primark è più accessibile.
Ultima sera in centro per poi tornare a casa a preparare le valigie.

Skyline londinese 

Deviazione: Da Regent Street potete entrare in Carnaby Street, via molto conosciuta ma ormai molto molto turistica, ma una passeggiata per Soho è gradevole e quasi d’obbligo. Trovate anche la cioccolateria Chocciwoccidoohda.

Insomma, non si può vedere tutto di Londra in una sola volta, ma si può fare molto. Del resto si sa, non si finisce mai di scoprire questa città e non ci si stanca mai di visitarla!!!
Trovate altri itinerari e proposte QUI.

Per qualsiasi info o altro contattatemi pure alla mail che trovate nella sezione CONTATTI.

l’Inghilterra innevata ci saluta!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *